L’idea  nasce da professionisti impegnati nei vari settori delle scienze forensi ed investigative che hanno percepito il particolare momento storico ed evolutivo nel settore delle investigazioni e ritengono necessario fornire e mettere a disposizione un contributo di esperienza e di professionalità consolidata nel tempo affinchè si possa, come in tutti i momenti storici che attraversano una intensa fase evolutiva, raccogliere ed organizzare il cambiamento rendendo sempre più efficace ed oggettiva l’attività di contrasto al crimine, che è poi il fine ultimo di ogni attività investigativa.

Il momento storico che siamo attraversando ha prodotto due effetti, da un lato la crisi d’identità dei vecchi sistemi investigativi e, quindi, delle strutture investigative organizzate su  modelli metodologici ritenuti non più adeguati, dall’altro il fiorire di nuove figure più o meno credibili, più o meno accreditate che cercano di ritagliarsi spazi sempre più ampi, senza un adeguato patrimonio esperienziale, basandosi spesso su uno studio teorico delle casistiche giudiziarie, con la pretesa di trarre, da questo, teorie investigative di dubbia applicazione pratica.

L’associazione parte invece dalle esperienze professionali concrete nel settore investigativo, con una concezione interdisciplinare ed una forte esaltazione del lavoro di gruppo, in maniera da raccogliere e salvaguardare il prezioso patrimonio professionale che ha già avuto una pratica applicazione. A questa fase di raccolta si affianca lo studio e la ricerca per verificare i margini di miglioramento dei metodi investigativi tradizionali, ritenuti sempre validi e fondamentali, per contribuire al loro processo di evoluzione ed adeguamento alle attuali esigenze.

Tramontata la romantica immagine dell’investigatore segugio, che faceva affidamento più sull’intuito personale che sul metodo investigativo, e risultando fortemente dannoso l’individualismo investigativo, c’è la necessità di non disperdere  le esperienze  traducendole in metodi oggettivi e moderni, contribuendo a formare  una coscienza investigativa che consenta un approccio del tutto nuovo alle indagini.

Attività interdisciplinare, esaltazione del lavoro di gruppo, ottimizzazione delle risorse costituiscono sicuramente una ricetta efficace in grado di dare risposte concrete e, soprattutto, ripetibili e trasmissibili ad altri.  Se l’intuito personale non è definibile e non può essere codificato, un valido metodo investigativo può essere patrimonio di tutti, oggetto di studio, di applicazione oggettiva e suscettibile di ulteriori ampliamenti e miglioramenti.

Oggi sono molte le professionalità ed i cittadini che a vario titolo si affacciano ed interagiscono nel mondo delle investigazioni, per cui il target associativo è ampio e variegato.

L’associazione, riunisce varie figure professionali che da anni operano in concreto nel settore ed è aperta a tutti coloro che condividono l’idea di lavorare con spirito di ricerca e di collaborazione, nella consapevolezza di non essere detentori di verità assolute, ma di mettere a disposizione di tutti il proprio contributo  per accrescere ed ampliare la scienza investigativa, intesa come complesso sistema interdisciplinare che ha, come unico scopo, quello di rendere più efficace la risposta agli attacchi di una criminalità sempre più organizzata ed al passo con i tempi.

1 Comment

  1. Desidero sottolineare la mia personale e sincera condivisione su tutto lo Statuto dell’Associazione con particolare interesse e totale apprezzamento sulla “coscienza investigativa” alla quale fate riferimento. Infatti ciò è possibile solo attraverso una compartecipazione di conoscenze, tecniche e studi, le quali aderiscono positivamente per la creazione di un team investigativo, piuttosto che all’individualismo o all’approssimazione.
    Sovente si verificano attività investigative presto riconducibili alla superficialità o all’approssimazione di un risultato, il quale sempre più spesso è matrice di spettacolarizzazioni e di verità costruite senza alcuna base scientifica.
    Voglia l’ IFORLAB dare un serio e positivo contributo alla scienza investigativa, così come sta facendo e così come certamente farà in futuro, al fine di sostenere con determinazione quel lavoro di gruppo il quale sia espressione genuina anche della dignità e della serietà nella scienza investigativa. Complimenti vivissimi.

Leave a Comment